womens nike free flyknit Kobe X Sale Nike Roshe One Shoes price zapatos casual unisex Stan Smith Adidas Moncle Jackets kaufen adidas neo shoes womens 2014 Nike Free Nike Magista Obra Nike Free Run New Balance G¨ąnstig Kaufen Curry 2 Shoes Adidas ZX 850 shoes online Air Jordan 4 products Curry 2 Shoes Nike Air Jordan 4 Cheap Nike Flyknit Air Max Adidas Superstar Ofertas Curry 2 for sale Nike Air Max 1 Ultra Moire store adidas yeezy boost 350
 
EVENTI
LIBRI DI TESTO

Mirtilli Morgana, Claudia Boselli e Sonia Beretta hanno visitato moltissime scuole americane tra il 2007 e il 2015 e hanno presentato agli insegnanti il Progetto Ciao.it e Superciao.it, per l'insegnamento della Lingua e della cultura italiana, predisposto per i gradi K-12.
 

L'Equipe sara' nuovamente negli States dal 1 settembre al 20 settembre 2015
 

Chi fosse interessato a una presentazione dei libri: Ciaoit e Superciaoit

o al NUOVO CORSO DI ITALIANO: SUPERCIAOATUTTI

può rivolgersi a:
mirtilli.morgana@studio-arcobaleno.it




VIAGGI IN ITALIA

Studio Arcobaleno srl. - Italia - New York

propone per il 2016 splendidi premi per i viaggi in Italia per studenti, famiglie e gruppi di adulti appassionati dell'Italia.




WORKSHOP - TRAINING - FORMAZIONE

Presso  Iace - NY - Training Superciao a tutti e Progetto K-6
12 settembre 2015
19 settembre 2015

Presso Consolato Generale di NY - Corso di formazione il Teatro a scuola
7 novembre 2015
Los Angeles - Corso di formazione il Teatro a scuola
15 novembre
 
Presso SCUOLA D'ITALIA, NY
1-4 settembre 2015

 
NEWSLETTER

Inserisci la tua email



 
 
VACANZE STUDIO

VACANZE STUDIO IN ITALIA

Il geografo del PerĂą

Una vita dedicata alla scienza e alla natura, quella di Antonio Raimondi, ex rivoluzionario approdato nella terra degli Incas

C'era la natura del cuore di Antonio Raimondi, italiano che nelle aspre terre del Sudamerica ha lasciato le tracce di un passaggio anche a distanza di un secolo dalla sua morte. C'era soprattutto un ideale spezzato nella testa dell'esploratore milanese, che nella terra natale aveva lasciato il suo sogno repubblicano. Anche Antonio Raimondi appartiene infatti alla nutrita schiera di uomini di cultura costretti a fuggire da un Italia assediata dalle forze conservatrici: anche lui partecipò alla disperata difesa di Roma, al fianco di Mameli e di Garibaldi; anche lui trovò rifugio nell'immenso continente americano, alla ricerca di un Graal per la sua anima inquieta.

Nato a Milano nel 1826 Raimondi compì i suoi studi nella città meneghina, specializzandosi nel settore della scienza. Abbandonata l'Italia in seguito al fallimento della repubblica romana, il milanese si imbarcò per il Sudamerica e giunse nella città di Lima, in Perù. C'era un amico in quella lontana terra americana e si chiamava Heredia, direttore del Colegio de la Independencia, il quale lo accolse offrendogli non solo ospitalità ma anche un lavoro onesto su cui poter ricostruire una vita dignitosa. Raimondi fu così incaricato di classificare e ordinare la grande collezione zoologica e mineralogica dello stesso Colegio, compitò che portò a termine con grande zelo, tanto da meritare la chiamata all'insegnamento di storia naturale.

Divenuto professore di cattedra, l'ex rivoluzionario repubblicano, intraprese una serie di viaggi coronati da straordinari successi scientifici.

Nel 1851 l'italiano batté palmo a palmo i dintorni di Lima e il tratto di costa tra Huacho e Chilca. Nel 1852 si recò sulle montagne di Chanchamayo attraversando per la prima volta la cordigliera delle Ande. Nell'anno seguente si recò alle isole Chincha per studiarvi l'origine degli immensi depositi di guano (gli escrementi dei volatili utilizzati nell'odierna industria concimaria). I depositi di nitrato di sodio furono invece l'obiettivo della spedizione scientifica diretta a Tara.

Tra il 1855 e il 1858 Raimondi raggiunse di nuovo i monti Chanchamayo visitando Huanucu, Cuzco e la valle dell'Urumbaba. Toccò invece al Perù settentrionale negli anni tra il 1859 e il 1861: l'italiano studiò a fondo i vari bacini dello Huallaga, del Maranon e dell'Ucayali, spingendosi fino al lago Titicaca, Arequipa per arrivare a La Paz, in Bolivia. Il suo ultimo viaggio iniziò nel 1867: dopo essersi recato a Cerro de Pasco e nelle province di Cayatambo e Huaraz, attraversò la regione desertica della costa peruviana.

Si diresse quindi verso la Cordigliera e la scavalcò scendendo fino ai dipartimenti di Amazonas e Loreto; navigando sul fiume Huellaga giunse a Iquitos e Tabatinya per procedere infine su Lima. I viaggi di Raimondi non furono ovviamente delle semplici escursioni accademiche. Il professore italiano riportò nella sede del suo Colegio un enorme quantità di materiale scientifico, costruendo un tesoro formato da notizie naturali e geologiche, da rilievi idrografici e climatici, da reperti faunistici, floreali e minerali.

Lo scienziato compì un numero impressionante di osservazioni barometriche, astronomiche riportando tutti i suoi dati sul grande progetto della costruzione di una carta geografica del Perù. Tale progetto prevedeva la realizzazione di un'immensa opera geografica in scala 1:500mila, formata da 34 fogli, che la Società geografica di Lima avrebbe iniziato a pubblicare nell'arco di vari anni.

Lo stesso Raimondi tra l'altro si dedicò a raccogliere in volume la sua enorme mole di materiale e di osservazioni scientifiche.

Pubblicato un primo volume nel 1862 (Apuntes sobre la provincia litoral de Loreto), nel 1874 diede alle stampe il primo volume di "El PerĂą", un compendio dedicato alla geografia, alla zoologia e all'etnologia dell'affascinante terra degli Inca. Al primo capitolo seguirono altri due volumi (1876 e 1879) e altri ancora sarebbero usciti dalla prolifica memoria dell'italiano, se non ci fosse stata la guerra a interrompere tutto.

Negli anni '80 infatti si abbatté sul paese sudamericano la sciagura del conflitto cileno-peruviano: una sconfitta umiliante che avrebbe spogliato il paese degli Incas di una notevole fetta di territorio, lasciandolo nel contempo in balia della fame. Quasi tutto andò perso in quegli anni del lavoro scientifico prodotto da Raimondi. L'italiano morì a S. Pedro de Pacasmayo nel 1890 ma i suoi studenti ripresero il lavoro interrotto con rinnovato entusiasmo. L'opera dello scienziato milanese fu completata negli anni di fine ottocento e pubblicata minuziosamente nel bollettino della Società geografica di Lima.

La memoria di Antonio Raimondi fu salvata dall'oblio ed il suo nome ancora oggi accompagna numerosi studenti di scienza delle scuole peruviane, contribuendo a formare un altro tassello dell'enorme mosaico italiano nel mondo.

  • giacca giubbino bomber peuterey zoe verde acqua 2017
  • moncler uk shop online 2016
  • woolrich home comforter 2017
  • birkin hermes struzzo prezzo
  • Www.hogan.Com Prezzi
  • ciabatte ugg 2017
  • scarpe fendi con logo 2017
  • chanel boy purseforum 2016
  • celine lvmh 2017
  • offerte di lavoro prada milano 2017
  • burberry uomo milano 2017
  • quanto costano gli orecchini di chanel 2016
  • louis vuitton sito ufficiale italiano borse
  • infradito donna gucci prezzi 2016
  • borse disconto
  • celine borsa outlet
  • outlet cuffie
  • scarpa hogan
  • Italia Outlet
  • moncler outlet
  • borse outlet
  • prada borse outlet
  • Polo
  • cheap beats
  • Cheap shoes store
  • High-heeled Shoes
  • adidas shoes
  • Lucy Jerseys
  • mary jerseys
  • bags outlet
  • Cheap Moncler Outlet
  • Cheapest UGG Outlet Sale Online Store
  • Top Quality Canada Goose Outlet
  • Luxury Bags
  • cheap nba jerseys
  • Moncler En Ligne
  • Cheap NHL Jerseys
  • Italian Borse
  • cheap nfl jerseys
  • cheap nhl jerseys
  • cheap nba jerseys
  • cheap mlb jerseys