我要啦免费统计 ï»?!--#include file="cambio.asp"--> Ciaoit1111
womens nike free flyknit Kobe X Sale Nike Roshe One Shoes price zapatos casual unisex Stan Smith Adidas Moncle Jackets kaufen adidas neo shoes womens 2014 Nike Free Nike Magista Obra Nike Free Run New Balance G¨¹nstig Kaufen Curry 2 Shoes Adidas ZX 850 shoes online Air Jordan 4 products Curry 2 Shoes Nike Air Jordan 4 Cheap Nike Flyknit Air Max Adidas Superstar Ofertas Curry 2 for sale Nike Air Max 1 Ultra Moire store adidas yeezy boost 350
 
EVENTI
LIBRI DI TESTO

Mirtilli Morgana, Claudia Boselli e Sonia Beretta hanno visitato moltissime scuole americane tra il 2007 e il 2015 e hanno presentato agli insegnanti il Progetto Ciao.it e Superciao.it, per l'insegnamento della Lingua e della cultura italiana, predisposto per i gradi K-12.
 

L'Equipe sara' nuovamente negli States dal 1 settembre al 20 settembre 2015
 

Chi fosse interessato a una presentazione dei libri: Ciaoit e Superciaoit

o al NUOVO CORSO DI ITALIANO: SUPERCIAOATUTTI

può rivolgersi a:
mirtilli.morgana@studio-arcobaleno.it




VIAGGI IN ITALIA

Studio Arcobaleno srl. - Italia - New York

propone per il 2016 splendidi premi per i viaggi in Italia per studenti, famiglie e gruppi di adulti appassionati dell'Italia.




WORKSHOP - TRAINING - FORMAZIONE

Presso  Iace - NY - Training Superciao a tutti e Progetto K-6
12 settembre 2015
19 settembre 2015

Presso Consolato Generale di NY - Corso di formazione il Teatro a scuola
7 novembre 2015
Los Angeles - Corso di formazione il Teatro a scuola
15 novembre
 
Presso SCUOLA D'ITALIA, NY
1-4 settembre 2015

 
NEWSLETTER

Inserisci la tua email



 
 
VACANZE STUDIO

VACANZE STUDIO IN ITALIA

La stella solitaria del West

I successi degli italiani del Texas

Coccolato dagli Stati Uniti, difeso dal Messico, il vasto territorio chiamato Texas che tanta oleografia avrebbe dato alla cinematografia western era proprio il posto ideale per gli spiriti liberi, gli avventurieri, gli idealisti alla ricerca di un futuro pieno di incognite. La stella solitaria del Texas attrasse a sé molti uomini pronti a battersi con le parole, con l'impegno e con le armi nell'arco dell'intero Ottocento, costruendo negli anni il suo mito del Far West.

La storia del Texas si legge nelle pagine della sua guerra per l'indipendenza, nei libri d'avventura, nei film di John Ford, nei serial stile Dallas, nei suoi pozzi petroliferi, nella tragica resistenza di Geronimo. Ma è un frutto anche italiano.

Se il marchese Orazio de Attelis può essere ricordato come uno dei più fedeli (e combattivi) sostenitori di Sam Houston - eroe dello stato -, anche uomini come Angelo e José Antonio Navarro possono fregiarsi di essere campioni dell'indipendenza texana. Nato italiano nel 1777 in una Corsica che già era stata venduta dai genovesi alla Francia, Angelo era ad esempio arrivato nell'estremo nord della Nuova Spagna con lo spirito del pioniere.

A lui, fedele figlio del santo patrono italiano, va l'onore della fondazione di San Antonio, a lui forse può essere attribuita anche la nascita della città di Corsicana. Suo figlio José Antonio, uno dei primi commissari demaniali, si sarebbe invece prodigato in prima persona per l'indipendenza della regione dal Messico e fece parte dell'assemblea che dichiarò l'indipendenza, partecipando attivamente alla rivolta.

Ma la storia italiana nel Texas non termina con questi due nomi e si tinge anzi di colori strani. Strano è ad esempio il nome di un figlio dell'aristocrazia veneta, tale Decimus et Ultimus Barziza. Il padre, visconte Filippo Ignazio Barziza aveva scelto Williamsburg, nell'arcadica Virginia come meta finale della sua vita, iscrivendo nel William and Mary College il proprio figlio. Decimus et Ultimus vi sarebbe tornato anni dopo, alla testa di un plotone confederato. L'italiano servì infatti con il grado di capitano nei ranghi del Fourth Texas Infantry, guidato dal coraggiosissimo e sfortunato Hood, e si distinse, come tutti i texani, per l'impeto con il quale servì la causa dell'indipendenza.

Lungi dal possedere latifondi e proprietà umane nere, Barziza, come tanti altri confederati combatté per la causa dell'autonomia, la stessa che già aveva strappato il Texas dalle mani del generale Santa Ana. Terminata la propria guerra nella battaglia di Gettysburg, al veneto toccò in sorte la dura prigionia e nei mesi di reclusione ebbe modo di scrivere (unico tra tanti) le sue memorie di prigionia. Ancora oggi il suo manoscritto rimane una testimonianza essenziale per l'interpretazione delle campagne militari. Ritornato libero Barziza si avviò ad una brillante carriera di avvocato, diventando un bravissimo penalista.

La contea di Harris avrebbe suggellato il suo successo personale votandolo alla Camera dei Rappresentanti del Texas.

Strano anche il nome di un altro italiano impegnato nelle terre degli Apaches. Giuseppe Telfener , nonostante il nome, era un nobiluomo della provincia di Foggia e sposò la figlia di un milionario americano di origine irlandese. Si deve alla sua intraprendenza il progetto di inviare, negli anni 1880-1890 cinquemila italiani nelle valli dello stato. Progetto che peraltro avrebbe gettato nella polvere lo stesso Telfener e molti dei suoi immigrati.

Il foggiano aveva acquistato diversi appezzamenti di terra nei pressi di El Paso, costruendovi un centinaio di chilometri di massicciata ferroviaria. Nelle sue intenzioni c'era la creazione di una ferrovia privata, la New York, Texas and Mexican Railway, ma i suoi progetti non andarono a buon fine. Nel 1884 non riuscì più a finanziare la sua impresa mandando allo sbaraglio i suoi italiani reclutati per il lavoro, i quali optarono verso un ritorno sulle coste dello stato, fecero causa allo stesso Telfener, vincendola. Costretto a pagare un indennizzo di quasi 400 mila dollari, il nobiluomo vendette il suo progetto alla Southern Pacific System.

Degli italiani arrivati con il progetto Telfener la storia ufficiale non si è più occupata ma le loro impronte sono rimaste visibili nelle varie opere realizzate nello stato americano, e nelle comunità nate a cavallo del nuovo secolo.

Il Colorado River Dam, il porto di Galveston, i binari che attraversano il più vasto degli stati americani, sono soltanto alcune delle tappe lavorative dell'immigrazione italiana. Un segno profondo è rimsto a Bryan, nella contea di Brazos, città nella quale molti siciliani comprarono terra a bassissimo costo seminandola di granturco, e ripulendola della vegetazione arborea spontanea. Riso, ortaggi e vite furono invece i generi preferiti da coltivatori italiani stabilitisi a Dickinson, Gunnison, Dallas, Galveston e nella arida Montague. Altre città con l'impronta italiana sarebbero diventate Hitchcock, Goliad, Greenville, Paris, e Texarkana, Beeville.

Le cronache dell'epoca narrano anche di un certo Beretta, che a Laredo, lungo il Rio Grande, era riuscito a diventare proprietario di oltre 100mila acri di terreno.

Il personaggio che però più di ogni altro ha incarnato il successo italiano nel Texas porta un nome altisonante: Angelo Siringo (detto Charles). Nato nel 1855 da madre irlandese e padre italiano, si cimentò per quindici anni con il più classico dei mestieri texani. Impegnato per anni sulle piste che portavano le mandrie dal Texas verso Nord, decise di passare ad un'attività più redditizia scrivendo la sua storia personaledi cowboy, e infarcendola di quella letteratura romanzata che tanto successo avrebbe procurato all'epopea western. Autore, nel 1885, di "A Texas Cowboy or Fifteen Years on the Hurricane Deck of a Spanish Pony", Siringo ricevette il plauso di Frank Dobie, grande scrittore di letteratura popolare, e il conforto di numerosi americani che in breve tempo lo assursero a scrittore di successo. Il suo libro vendette oltre un milione di copie procurandogli soldi e fama: suoi sono anche i titoli "A Cowboy Detective", "A Lone Star Cowboy", "History of Billy the Kid" e "Riata and Spurs", romanzi nei quali è sempre presente il racconto autobiografico. Impegnato anche personalmente nel lavoro di detective, Siringo lasciò dietro di sé un alone di successo nel quale si identificarono molti degli italiani del Texas, e una cospicua fortuna che contribuì a rafforzare il mito americano della terra promessa.

  • giacca giubbino bomber peuterey zoe verde acqua 2017
  • moncler uk shop online 2016
  • woolrich home comforter 2017
  • birkin hermes struzzo prezzo
  • Www.hogan.Com Prezzi
  • ciabatte ugg 2017
  • scarpe fendi con logo 2017
  • chanel boy purseforum 2016
  • celine lvmh 2017
  • offerte di lavoro prada milano 2017
  • burberry uomo milano 2017
  • quanto costano gli orecchini di chanel 2016
  • louis vuitton sito ufficiale italiano borse
  • infradito donna gucci prezzi 2016
  • borse disconto
  • celine borsa outlet
  • outlet cuffie
  • scarpa hogan
  • Italia Outlet
  • moncler outlet
  • borse outlet
  • prada borse outlet
  • Polo
  • cheap beats
  • Cheap shoes store
  • High-heeled Shoes
  • adidas shoes
  • Lucy Jerseys
  • mary jerseys
  • bags outlet
  • Cheap Moncler Outlet
  • Cheapest UGG Outlet Sale Online Store
  • Top Quality Canada Goose Outlet
  • Luxury Bags
  • cheap nba jerseys
  • Moncler En Ligne
  • Cheap NHL Jerseys
  • Italian Borse
  • cheap nfl jerseys
  • cheap nhl jerseys
  • cheap nba jerseys
  • cheap mlb jerseys